Diario di una non velista

LA MIA PRIMA GIORNATA IN BARCA A VELA.

La scorsa estate ho deciso di passare le mie meritate ferie a Castellammare del Golfo con un paio di amici. A distanza di mesi ricordo con gioia e malinconia la nostra bella casetta nel cuore della tenuta Costa Romita. Maria Chiara, la titolare, ci ha dato tutti i consigli necessari per vivere al meglio le nostre vacanze. Ma le sarò sempre riconoscente, perché un giorno ci ha chiesto se volevamo fare una gita in barca a vela. Meno male che abbiamo accettato! È stata una delle giornate più belle di tutta l’estate!

I dubbi erano tanti! Mi scotterò, cadrò in mare, mi faranno fare cose difficilissime e dal nome ancora più complicato. Per non parlare del mal di mare. E degli squali! Dicono che ogni anno ne avvistano qualcuno nel mediterraneo! Ma tutte queste finte paure non ci hanno tolto l’entusiasmo e con gli occhi pieni di curiosità ed emozione ci siamo imbarcati.

Non credo di poter spiegare a pieno cosa voglia dire vivere in barca a vela una giornata in compagnia degli amici. Già uscire dal porto è un’emozione unica: il mare ancora azzurro del tiepido sole della mattina, i gabbiani volare leggeri e silenziosi. E perché no, la prima bottiglia per inaugurare la giornata!

Tra mille risate, chiacchiere e vento ci siamo cimentati subito in qualche manovra. Non sono così male come pensavo! Ora so virare, rincorrere il vento! Ora finalmente so cosa vuol dire “cazza la randa”! per non parlare dei bagni nelle calette vicino a Scopello. Solo noi e il mare blu, una maschera, due pinne e la gara di chi vede più pesci.

Mentre nuotavo sono stata attirata da un profumo inconfondibile.. il comandante Sergio si era messo ai fornelli e il nostro pranzo esclusivo su una barca a vela era quasi pronto! Pasta con carciofi e calamari, accompagnata da vino in quantità, rhum e cioccolato. Non so se sentirmi più una Vip o un pirata!

Rientrando alla sera, Castellammare aveva un altro aspetto. Colorata dalle luci serali è ancora più bella e accogliente. E noi siamo stanchi ma incredibilmente felici. Ci sentiamo ancora più uniti e amici. Una giornata che non dimenticheremo mai: GRAZIE MILLE COMANDANTE!

C’è un dettaglio in più che mi fa sorridere di gioia: grazie a quella giornata in barca a vela ho scoperto una passione che non sapevo di avere. Non volevo che quella fosse l’ultima volta in cui provavo sensazioni così belle e forti. Ed eccomi iscritta ad un corso di patente nautica, rincorrendo il sogno di navigare in ogni mare del mondo!